contatore

Psicoterapia psicoanalitica individuale e di gruppo

METTERSI IN ASCOLTO DI UNA NECESSITÀ : UNA SCELTA CONSAPEVOLE

La tua virtù è la mia sicurezza. E allora non è notte se ti guardo in volto, e perciò non mi par di andar nel buio, e nel bosco non manco compagnia perchè per me tu sei l’intero mondo. E come posso dire d’esser sola se tutto il mondo è qui che mi contempla?
Da: “Sogno di una notte di mezza estate” WilliamShakespeare

Può sembrar scontato ma in realtà spesso non lo è.
Prestare attenzione ai propri bisogni comporta una relazione profonda e genuina con se stessi.
Talvolta però le esperienze vissute nella propria esistenza possono aver condizionato autentici bisogni fino al punto da distogliere o allontanare una persona dai propositi ed intenti sani, giusti e creatori di senso per lei.
Inoltre il fatto stesso di acquisire la capacità di imparare a chiedere aiuto può essere anch’esso un obiettivo e non disporre di tale requisito attardare l’opportunità di essere sostenuti ed appoggiati da un professionista .
Ognuno di noi inizialmente cerca di affrontare da solo, o, se ne ha fortuna, con le persone che gli sono prossime emotivamente, le situazioni di crisi o disagio.
Tuttavia ci sono momenti in cui si percepisce che le soluzioni e le strategie messe in atto non sembrino aiutare, quando addirittura non finiscano per allontanare del tutto dalle mete che in modo conscio si è aspirato raggiungere.
Interrogarsi sulle proprie strategie, domandarsi il perché non conducano nella direzione sperata (con se stessi, il proprio lavoro, con il partner, i figli,…) è quanto costituisce l’esordio di una terapia. Paradossalmente lo psicologo non trova le soluzioni al posto del cliente perché sarebbero più che altro adatte a lui e non al suo paziente.
Il terapeuta mette invece a disposizione la sua preparazione ed i training specialistici per permettere innanzitutto di comprendere cosa impedisca di sentirsi in sintonia con se stessi, o con le persone più intime, cosa si opponga inconsapevolmente dal mondo interno di un individuo al raggiungimento di quello che egli desidera conseguire, che cosa metta in uno stato di conflitto interiore e per quale ragione accada.
Fin dalle prime battute quasi sempre propongo con soddisfazione ai miei pazienti l’approccio terapeutico EMDR integrando il consueto lavoro di psicoterapia psicodinamica con tale l’approccio (EyeMovement Desensitization and Reprocessing). Esso si focalizza sulla cura e lo scioglimento di tutti quei blocchi che ostacolano la vita presente a causa di un continuo senso di ancoraggio al passato. Questi blocchi sono la manifestazione attualizzata di traumi di varia natura occorsi anche moltissimi anni prima e rimasti intatti, cristallizzati, nel ricordo di una persona << come se fossero accaduti da poco…>>, intralciando la vita, con tutta una serie di vissuti spiacevoli, limitando potenzialità e l’accesso alle risorse di cui un individuo toccatone è tuttavia in possesso .
Per un approfondimento su EMDR : Curare il trauma – La psicoterapia EMDR
In generale, la psicoterapia è una cura che avviene attraverso la relazione tra lo psicoterapeuta ed il suo paziente, basata quasi in prevalenza sulla parola: quindi le reazioni emotive nell’incontro con il terapeuta cui si è rivolta una persona sono determinanti nel decidere se è o non è la figura che fa al caso suo.
Pur non potendo parlare di fiducia (che si costruisce solo con il tempo) nei riguardi di un terapeuta, che, per quanto professionalmente preparato, viene incontrato comunque per la prima volta, quantomeno è auspicabile immaginare fin dalla prima seduta di avvertire una sensazione di intesa con la figura di cura cui ci si è rivolti come un requisito di base per pensare di proseguire in un trattamento.
Ognuno di noi poi ha i propri parametri per scegliere.
In generale potremmo dire che sicuramente è fuorviante andare alla ricerca dell’intesa perfetta fin dal principio, benché sia inutile rivolgersi a qualcuno con cui ci si senta eccessivamente a disagio. Un colloquio è pur sempre un incontro tra persone e non tutti gli incontri tra persone funzionano. Alcune mie idee sul trattamento psicoanalitico sono molto chiaramente espresse nel seguente articolo : 1° APPUNTAMENTO con L’ANGOLO ZEN.

psicoterapia